Vai al contenuto

In svolgimento il Corso per Operatori Polivalenti di Salvataggio in Acqua (OPSA) della Croce Rossa Italiana, organizzato dalla Croce Rossa Italiana - Comitato Regionale Puglia e diretto dall’Istruttore Dario Perrone, militare CRI.
Tra le attività degli operatori OPSA, vi sono:
- assistenza ai bagnanti in acque chiuse o aperte;
- assistenza a manifestazioni sportive in ambiente acquatico;
- assistenza tecnica e sanitaria negli ambienti acquatici per conto dei servizi di emergenza o in collaborazione con altri enti, quali Guardia Costiera, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza;
- attività di protezione civile, ricerca e soccorso in emergenza in ambienti acquatici o alluvionali;
- attività di formazione, sia interna che rivolta al personale di altri enti.
Tra i partecipanti a questa edizione, sei militari afferenti al Centro di Mobilitazione Meridionale CRI.

 

Il Capo dello Stato scrive al Presidente Rocca per Compleanno CRI, Centenario Federazione e Solferino 2019

"Il gesto di aiuto, la condivisione popolare del soccorso, la mano tesa verso chi soffre e rischia di non farcela sono diventate pietre angolari della nostra civiltà e della stessa vita sociale, essendo ormai chiaro a tutti che senza uno spirito solidale non c'è vero progresso, né benessere".

"Nel giorno in cui la nascita della Croce Rossa - continua Mattarella - viene ricordata e celebrata da migliaia di persone, che ripercorrono insieme il cammino dei feriti soccorsi al termine della battaglia di Solferino del 1859, desidero rivolgere il saluto più cordiale a tutti gli operatori e i volontari di questa gloriosa associazione che nel tempo continua a esprimere i più alti valori di umanità, di solidarietà, di fraternità". Per il Capo dello Stato "oggi è una celebrazione speciale. Ricorrono infatti i 160 anni dalle vicende di guerra da cui scaturì l'idea originaria della Croce Rossa, e nel contempo celebriamo il 100esimo anniversario della Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa".

"La professionalità degli operatori e la generosità dei volontari sono diventati uno straordinario patrimonio per il nostro Paese, e per il mondo intero. Abbiamo il dovere di testimoniare ancora questi valori, affinché possano essere trasmessi alle generazioni più giovani. La solidarietà è cultura, è scuola di vita: rende migliore una comunità e restituisce alle persone molto più del sacrificio che è stato donato", conclude il capo dello Stato.

A Ceglie Messapica i volontari di Croce Rossa provenienti da tutta la Puglia si contenderanno il titolo di Campioni Regionali di Primo Soccorso.

Di Mariagrazia Bruno

Il Comitato di Carovigno cederà il titolo di Campione Regionale al Comitato che vincerà la XXV^ Gara Regionale di Primo Soccorso di Croce Rossa.

L’organizzazione dell’intero evento sarà gestita dal Comitato Regionale di Croce Rossa, mentre l’organizzazione logistica sarà affidata al Comitato CRI di Carovigno che comprende i comuni di Carovigno, Ceglie Messapica e San Michele Salentino.

Domenica per le vie del borgo cittadino di Ceglie Messapica circa 130 volontari di Croce Rossa si misureranno nelle tecniche di primo soccorso da attuare in simulazioni di incidenti e malori che troveranno lungo un percorso prestabilito. Nelle scene approntate dai Truccatori e Simulatori CRI, le corrette procedure di Primo Soccorso, il giusto modo di agire nei confronti degli infortunati, la corretta gestione della chiamata di soccorso e la giusta priorità da assegnare ai diversi casi presentati, saranno valutate da Giudici appositamente preparati.

La Gara sarà un momento di crescita, confronto e aggregazione per tutti i Volontari della Croce Rossa Italiana provenienti da tutti i comitati pugliesi che si sfideranno con l’obiettivo di rappresentare la propria Regione alla prossima Gara Nazionale, in programma per il 14 -15 settembre a Vicenza.

Oltre alle squadre in gara, ci saranno circa altre 200 persone, tra cittadini e volontari, anche se non iscritti, a supporto dei volontari che saranno impegnati nella manifestazione.

La giornata si aprirà con l’Inno Nazionale e l’Inno della Croce Rossa “Di viva fiamma, di sangue vivo” scritto dall’avvocato Biagio Allievo, e musicato nel 1901 da Ruggero Leoncavallo.