Vai al contenuto

26.07.2020 - CASARANO (Le) 🇮🇹 🚑
Nell'ambito della manifestazione "Donna sotto le stelle - Premio Vittoria Alata" Città di Casarano, la Pro-Loco insieme alla Commissione Pari Opportunità dell'Amministrazione Comunale uscente, hanno voluto premiare la CROCE ROSSA ITALIANA Comitato di Casarano, ringraziando con un Pubblico Encomio  tutti i Volontari che hanno partecipato fattivamente  alle attività per l'Emergenza Sanitaria COVID19.
Hanno ritirato il riconoscimento il Presidente del Comitato CRI di Casarano Dott. Giacinto Pettinati, il C.D., i Delegati delle Aree impegnate in prima linea nell'Emergenza e nel C.O.C., ed in particolar modo chi ha messo a rischio se stesso per gli altri, i volontari del 118. 🚑
Croce Rossa Italiana - Comitato di Casarano

 

Nell'ambito di uno studio scientifico condotto dal Dott. Roberto Chiavaroli, infettivologo dell'Ospedale di Galatina, il Comitato della Croce Rossa Italiana di Casarano ha partecipato ad un'indagine epidemiologica sulla popolazione salentina.

Lo studio, interamente finanziato dall’imprenditore Antonio Raone, ha utilizzato il test rapido a cassetta Covid-19 IgG/IgM  della BioMedomics che è un test immunologico qualitativo su membrana, per la rilevazione degli anticorpi IgG e IgM in campioni di sangue umano intero da pungidito.

I test sierologici vanno alla ricerca degli anticorpi o immunoglobuline IgM e IgG, che indicano la situazione della persona rispetto all’infezione. Se vengono rilevate le IgM l’infezione è recente ed in corso, visto che si tratta di anticorpi che si manifestano entro sette giorni dai primi sintomi. Nel secondo caso, gli anticorpi IgG compaiono dopo circa 14 giorni e permangono a lungo anche quando il paziente è guarito, in altre parole è come se il soggetto fosse vaccinato.

I test rapidi Covid-19 IgG/IgM  sono stati praticati nella sede del Comitato dagli stessi soci, medici ed infermieri C.R.I. campionando le comunità di operatori quali Croce Rossa, Protezione Civile, Poste Italiane, Medici e Polizia Locale, soggetti questi, che anche durante il periodo del lock-down hanno continuato a prestare il loro servizio alla popolazione.

Dal Comitato C.R.I. di Casarano sono stati somministrati 142 test in un arco di tempo che va dal 22 al 31 Maggio; 135 soggetti sono risultati negativi al Covid-19 mentre 2 hanno sviluppato una risposta anticorpale. Le opportune conclusioni saranno rese note al completamento dello studio ancora in corso.

I nostri ringraziamenti sentiti e doverosi al Dott. Chiavaroli per la fiducia accordataci ed al Sig. Antonio Raone per il generoso contributo allo svolgimento dello studio.

08.05.2020 - CASARANO (LE)

In questa giornata ricorre la nascita di JEAN HENRY DUNANT (Ginevra, 8 maggio 1828) padre della CROCE ROSSA e dei principi  con cui essa opera: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità ed universalità. In onore al suo fondatore ogni anno l'otto Maggio si celebra la GIORNATA MONDIALE DELLA CROCE ROSSA E DELLA MEZZALUNA ROSSA, dedicata ai 98 milioni di volontari presenti  in tutto il mondo per aiutare chi soffre, ovunque e per chiunque.

Nel 1859 Henry Dunantsi trovava nei luoghi della cruenta battaglia di Solferino, rimase profondamente turbato dalle migliaia di caduti e dall'incredibile abbandono dei feriti e morenti rimasti sul campo. Mosso a compassione  si adoperò  per organizzare attività di assistenza  con l'aiuto dalle donne del luogo, prestando soccorso a tutti  senza alcuna distinzione  di casacca. Descrisse la durissima  esperienza  vissuta  nel suo   Un ricordo di Solferino  pubblicato nel 1862. La sua opera scosse profondamente  le coscienze dei filantropi di tutta Europa tanto che, appena due anni dopo,  nel 1864 si arrivò alla prima Convenzione di Ginevra ed  alla nascita della Croce Rossa. Per il suo operato Henry Dunant nel 1901 ricevette il Premio Nobel per la Pace,  primo anno in cui venne assegnato tale riconoscimento.

Una delegazione del Comitato CRI di Casarano ha consegnato al Sindaco Gianni Stefano la bandiera della Croce Rossa Italiana. L'emblema dell'organizzazione di volontariato sventolerà insieme al Tricolore e alla bandiera dell'Unione Europea dal loggione del Palazzo di Città quale segno tangibile di riconoscimento  a tutti i Volontari che, anche in questo momento di grande emergenza sanitaria, stanno contribuendo in maniera straordinaria e fondamentale al sostegno della Comunità.